MEETING DELLA PACE “RICUCIAMO LA PACE”: IL RACCONTO

Domenica 27 febbraio, a conclusione del Mese della Pace vissuto dagli Acierrini della nostra
Diocesi, l’ACR è tornata a vivere il Meeting della Pace dal titolo “Ricuciamo la Pace!”. I
ragazzi hanno sperimentato cosa vuol dire essere sarti e tessitori di pace, in un percorso a
stand per le parrocchie del centro di Piacenza.

In ogni postazione hanno scoperto una fase necessaria per realizzare un abito su misura, associata ad un atteggiamento necessario per ricucire la pace: ricucire presuppone pazienza, dedizione, attenzione; in una parola: cura. A volte occorre “rammendare” situazioni e relazioni che rischierebbero di restare spezzate, sfilacciate. Gli Acierrini hanno imparato quali sono gli atteggiamenti necessari per creare una rete che funziona e si spende per gli altri.


Dopo l’esperienza del Meeting a distanza, dello scorso anno, è stata tanta la gioia e la
gratitudine di poter tornare a vivere in presenza questo evento.


La giornata è terminata in Duomo dove si è tenuta la Celebrazione conclusiva presieduta dal
Vescovo Adriano, durante la quale sono state tirate le fila della giornata e, unendo tutti i
pezzi di stoffa prodotti dai ragazzi durante le attività della giornata, è stato composto un
colorato e lungo telo, il quale collegava l’altare, la casa del Signore, ai ragazzi presenti, per
ricordare come la Pace si possa concretizzare nella relazione con Dio che è sempre al
nostro fianco.


In quanto Celebrazione conclusiva del Mese della Pace, non sono mancate riflessioni sulla
situazione attuale dell’Ucraina, pregando affinché la Pace soffi sull’Ucraina e i Potenti
sperimentino cosa vuol dire essere sarti e tessitori di Pace.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.